Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

“La felicità è egoista.”

Certe persone hanno un destino eterno. La loro vita si ferma nel fior fiore degli anni e si fossilizza. Uno di questi è Raymond Radiguet.

Raymond nasce il 18 giugno 1903 a Saint-Maur, sulle rive della Marna. Frequenta il liceo con ottimi risultati, ma durante la guerra del ’14-18 lascia la scuola per proseguire privatamente gli studi. Come il protagonista de “Il diavolo in corpo”, Radiguet passa il tempo a passeggiare e a leggere i libri presi dalla biblioteca famigliare. Scopre autori diavolo in corpo recensione controlettureimportanti, come Stendhal, Rimbaud e Proust. Verso la fine della guerra (di pari passo e simili sono le vicende del nostro protagonista) inizia la sua prima relazione amorosa con una donna più matura di lui. Nello stesso anno si stabilisce a Parigi. Qui conosce, tramite Max Jacob, Jean Cocteau, Picasso, Tzara… A Cocteau, Radiguet, piace subito, lo considera un giovane dal talento precoce, e si lega a lui anche intimamente, pur mantenendosi aperto a ogni esperienza (ne è l’esempio la fuga con l’ex amante di Modigliani).
Ma è grazie a Cocteau che nel 1920 pubblica la sua prima vera racolta di versi Les joues en feu, mentre l’anno dopo, a solo diciotto anni, porta a termine Le diable au corps.
Il romanzo ottiene un successo enorme e non sono poche le critiche mosse nei confronti del talento dell’autore.
Tre anni dopo, termina il suo secondo romanzo, Le bal du comte d’Orgel (La ballata del conte d’Orgel, che ho intenzione di leggere a breve), che verrà pubblicato postumo, in quanto muore in dicembre stroncato da un attacco di febbre tifoide.

 

“Quell’imprudenza mi affascinò. Il suo vestito, il suo cappello, erano la prova della sua poca stima per l’opinione degli estranei”.

Quando François vede  Marthe se ne innamora per caso, e come tutte le cose che avvengono casualmente ne resta folgorato.

Lui ha quindici anni ed è uno spirito libero; lei diciotto anni, prossima alle nozze con Jacques, giovane soldato che sta combattendo sul fronte della prima guerra mondiale – “quattro anni di grandi vacanze” per il nostro protagonista.
Tra i due ragazzi nasce una relazione, basata su tradimenti, sacrifici, scandali, bugie, gelosia.
François viene battezzato all’amore attraverso un apprendistato emotivamente distruttivo, le cui fondamenta affondano le radici nella sottomissione di Marthe e nell’egoismo e nella crudeltà del ragazzo.

S’attaccava al mio braccio.  Coppia lamentevole,  dimentica della  sua bellezza,  della  sua giovinezza,  vergognosa di sé‚ come una coppia di mendicanti.

Credevo ridicola la gravidanza di Marthe,  e camminavo senz’alzare  gli occhi, molto lontano dal provare un orgoglio paterno. Vagavamo sotto la pioggia glaciale,  tra la Bastiglia e la stazione di Lione. Ad ogni albergo,  per non  entrarvi,  inventavo  un  pretesto.

 “Tra quindici anni la vita per te sarà appena cominciata, ti ameranno donne che avranno l’età che ho io adesso. Non potrò fare altro che soffrire. Se tu mi lascerai, ne morirò. Se tu resterai, sarà per debolezza e io soffrirò di vederti sacrificare la tua felicità.”

Questo mi disse Marthe. Io m’indignavo, però ce l’avevo anche con me stesso perchè non ero abbastanza convinto del contrario.

La loro è una storia sanguigna, dove pare evidente e scontato che il ferirsi a vicenda sia l’unico modo per tenere insieme il loro amore.
E non basta neppure l’attesa di un figlio a placare la contraddizione  tipica dell’adolescenza e dell’amore.

Forse neanche la morte.

Un libro consigliato, imperdibile.

 Le immagini dell’edizione originale sono state prese qui: Gallica – Bibliothèque Nationale de France.
Annunci

Un pensiero su “Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...