Citazione

Lascio segnali, sottolineo parole, prendo appunti a margine…

A me invece piacciono quelle carte con le orecchie, imprefette e putride dei segni di penna. Non levigo mai la pagina, non la voglio né liscia né pulita, soprattutto se è di un libro.


Lascio segnali, sottolineo parole, prendo appunti a margine e odoro la stampa dino a inalarne un gusto polposo, aspro.
I miei libri sono creature vive, sporche e sobbalzanti come un gatto di strada, o come un merlo caduto da un nido che sussulta sulle ali troppo deboli.
Perferisco così, che le tracce di questa mia vita storta e negligente, che non vuole mai raddrizzarsi e darsi un contegno, restino appene alle copertine, ai titoli, alle storie millenarie di altri uomini come me, poeti senza giudizio che alleviamo la fatica d’esistere con una paola o con un verso.

Le streghe di Lenzavacche, Simona Lo Iacono. Edizioni e/o.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...