Digressione

Liebster Award – la scoperta di nuovi blog!

liebster award

 

Sono lusingata di aver ricevuto nei giorni scorsi ben due nomination ufficiali al Liebster Award.

Ringrazio moltissimo narrabondo per la prima nomination e Sara di milionidiparticelle per la seconda.  Questo premio dà la possibilità di conoscere nuovi blog, di interagire divertendosi e di formare una discreta rete compatta di conoscenze. Non male.
Ecco le regole:

  1. Ringraziare per la nomination
  2. Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato
  3. Nominare a tua volta per la Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers
  4. Scrivere 11 domande per i bloggers che hai nominato
  5. Inserire il banner del premio
  6. Avvisare ciascuno della nomination ricevute

 

Di seguito le domande/risposte

Narrabondo

  1. Qual è stato il tuo viaggio preferito in assoluto?
    Messico.
  2. Con quale frequenza visiti siti di ricerca voli?
    Un paio di volte l’anno, ma anche di più se decido di spostarmi per l’Italia in aereo.
  3. L’avventura più spericolata che tu ricordi qual è?
    Non si tratta di qualcosa di spericolato nel senso letterale, ma per la mia età e per la fase della mia vita che stavo attraversando lo è stato: anno 1992. Avevo 9 anni quando con mio fratello gemello e l’amico di una vita Daniele siamo entrati in una casa abbandonata. C’erano delle strane tracce, un letto sfatto, ciotole e cucchiai. C’erano cenere e carbone nel caminetto. L’inquietudine e la suggestione che provai durante il tuor di quella casa, me le porto dietro ancora oggi che sono passati più di ventt’anni.
  4. Raccontami una disavventura occorsa.
    La disavventura che non dimenticherò mai è stata al mare, anno 2007. Mare della Calabria. Il “pizzico” di una medus: un dolore così forte che ancora adesso lo ricordo con una chiarezza disarmante.
  5. Quali sono le tue tecniche per catturare nuovi lettori?
    Sono nuova nella blogsfera, ma penso che l’interazione – ho aperto un blog proprio per questo! – e l’originalità dei contenuti siano la base di una buona tecnica per catturare i lettori.
  6. In quale città vorresti trasferirti?
    Anchorage, in Alaska.
  7. Negli anni il tuo modo di viaggiare è cambiato?
    Sì, è cambiato. Pensandoci bene, negli anni mi sono quietata, programmo viaggi meno “spericolati”.
  8. In viaggio avverti mai il desiderio di tornare a casa?
    Abbastanza, soprattutto per l’assenza dei miei spazi o più nello specifico della mia quotidianità.
  9. Un dipinto, una statua, un edificio e un panorama che ti hanno colpito.
    Un dipinto: la zattera della medusa di Géricault. Immenso.
    Una statua: codice di Hammurabi
    Un edificio: piramide di Cholula
    Un panorama: deserto di Atacama (cile)
  10. Il cibo più buono mai provato all’estero qual è
    Il kaymak turco: mangerei tonnellate di kaymak.

 

Milioni di particelle

  1. Un libro che vi rappresenta?
    Dorian Gray. È il MIO libro.
  2. Un personaggio di un libro che avreste voluto avere come amico? E uno come nemico?
    Amico: ROLAND (La torre nera di S. King)
    Nemico: Devil Man (manga di Gō Nagai)
  3. Se potessi tornare indietro, una cosa di cui ti sei pentita/o e cambieresti?
    Avrei cambiato indirizzo di studi: Economia è stata molto bella, mi ha dato un lavoro stabile anche se con sfumature masochiste, ma la mia vera passione sono gli animali. Quasi sicuramente, se potessi tornare indietro, avrei optato per gli studi veterinari.
  4. Quale animale vorresti essere?
    Un corvo.
  5. Preferite autori italiani o stranieri?
    Autori stranieri, anche se da qualche anno a questa parte sto rivalutando moltissimo quelli italiani, soprattutto se esordienti: ce ne sono diversi che davvero meritano.
  6. La paura più grande?
    La consapevolezza di arrecare dolore agli altri.
  7. La cosa vi colpisce di più quando entrate in libreria?
    La sistemazione dei libri: per colpirmi deve essere suddivisa per case editrici e in ordine alfabetico.
  8. La cosa più pazza che hai mai fatto?
    Andare a vivere a 500 km di distanza dalla mia famiglia. Una pazzia che mi ha cambiato la vita e mi ha portato qui, dove sono.
  9. Treno o aereo?
    Treno.
  10. Se potessi tornare indietro, in qualsiasi periodo storico, dove vorresti essere? E perchè?
    XIX secolo, Grandi Pianure del West. Ho una passione smodata per i nativi americani e mi sarebbe piaciuto vivere assieme a loro.
  11. La cosa a cui tieni più di ogni altra cosa?
    La mia famiglia (compreso il componente peloso: Yugo.).

 

E per non farmi mancare nulla, mi sono autonominata leggendo il post di Viaggiatrice incallita del blog Un viaggio e un libro. Quindi, con estremo piacere, rispondo anche alle sue domande (e grazie!):

  1. Hai mai ascoltato audiolibri?
    Si, ho ascoltato audiolibri, ma ritengo che siano più dispersivi rispetto a un libro normale, quindi temo di perdere e non ricordare gran parte della storia.
  2. Quale citazione o passo di un libro rispecchia maggiormente la tua personalità?
    Potrei citare diversi pezzi tratti da Dorian Gray, ma scriverò la frase che da qualche anno a questa parte sento mia:  “Siamo tutti libri di sangue; in qualunque punto ci aprano, siamo rossi [Clive Barker, I libri di sangue]
  3. Se potessi fare un viaggio senza limiti, e cioè senza doverti preoccupare di soldi, tempo e distanze, dove ti piacerebbe andare?
    Alaska a parte, mi piacerebbe visitare l’Isola di Pasqua.
  4. Ti piacciono maggiormente i film d’animazione o i film (normali)?
    I film (normali), ma non disdegno i film di animazione. Mi incanto ancora a guardare la Bella e la bestia.
  5. Quale libro salveresti della tua libreria, se ti venisse data la possibilità di salvarne solamente uno?
    L’ebook reader con dentro millemila libri vale come risposta? 🙂
  6. Quali sono le due cose in cima alla tua lista delle “cose da fare assolutamente prima di morire”?
    Anche se non esattamente in cima…: leggere la recherce di Proust e visitare l’Alaska.
  7. Qual è lo strumento musicale che più ti piace e più senti vicino a te e al tuo carattere?
    Il violino. Delicato ma al contempo passionale, grintoso.
  8. Quale artista ti rispecchia maggiormente (o quale opera d’arte)?
    Picasso. Confusionario e geniale! Confusionaria un bel po’, geniale un po’ meno!
  9. Se dovessi scrivere un libro autobiografico, dunque sulla tua vita, come lo intitoleresti?
    Il riordino della vita.
  10. Qual è il tuo scrittore preferito e perché lo è?
    Clive Barker. Perché? Adoro come scrive e perchè le sue storie sono così originali che stento a credere siano uscite dalla mente di quell’uomo. Leggere per capire.
  11. C’è un libro che è riuscito ad avere il potere di salvarti? Se sì, qual è?
    Salvato no, ma ci sono stati libri che mi hanno aiutato: uno di questi è Il grande animale di Gabriele di Fronzo, di cui presto, spero, uscirà la recensione.

 

Bene. Adesso inizia la parte divertente: le nomination.
Indipendente dal fatto che abbiamo ricevuto o no già un altro liebster award ( 😀 ), le mie nomination vanno a:

La casa di Yuki

Mai senza un libro

La Biblionauta

La meraviglia dei libri

I libri di Mia

Datemi da leggere

Letture di Katja

A tavola coi libri

La stanza di Pluffa

Scents and colors

Nata a pagina 88

 

 

LE MIE DOMANDE

1 – Perché la necessita di scrivere in un blog?
2 – Tre aggettivi per descriverti.
3 – Un episodio della tua infanzia che ti ispira tenerezza.
4 – Una cosa brutta…?
5 – Hai un genere letterario che proprio non riesci a digerire?
6 – Se avessi il dono dell’invisibilità, cosa faresti e/o dove andresti?
7 –  Tre aggettivi per descrivere il libro che stai leggendo (o l’ultimo che hai letto).
8 – Hemingway, con la sua teoria dell’iceberg sosteneva che ” L’importante è quel che non si vede.” Quanto sono importanti per te le descrizioni accurate e precise? Secondo te lasciano poco spazio all’interpretazione/immaginazione?
9 – Lieto fine o no?
10 – Sono alla ricerca di letture particolari e interessanti. Consigliami un libro che ti ha particolarmente colpito.
11 – Un limite oltre il quale ti spingeresti?

A presto.

Sil.

 

Annunci

13 pensieri su “Liebster Award – la scoperta di nuovi blog!

  1. Ciao Silvia, hai fatto benissimo a autonominarti alle mie domande! 😊 spero ti siano piaciute tanto quanto a me sono piaciute le tue risposte 😊 complimenti per i gusti letterari e artistici, hai fatto delle gran belle scelte per rispondere 😊 L’Alaska… Wow… Chissà cosa possa offrire ad un visitatore, chissà quali paesaggi o emozioni… Ok, sto sognando ad occhi aperti 😂 grazie per aver condiviso con noi, tuoi lettori, parte dei tuoi gusti e dei tuoi interessi.
    A presto,
    Viaggiatrice Incallita.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...