Digressione

Blogtour “Plettri e sigarette”: il lavoro svolto con la casa editrice

Buongiorno e buona domenica!
Dopo un periodo di inattività, riprendo in mano la gestione del blog.

 

L’articolo di oggi è la decima tappa de blogtour di “Plettri e sigarette” di Mariam Tarkèshi (sul web conosciuta come Hate Queen (qui il link al suo blog).

Sinossiplettri e sigarette blogtour controletture
La musica, il sogno di diventare famosi, le incomprensioni, le gelosie, le idiosincrasie di otto giovani artisti in erba londinesi. “Plettri e Sigarette” parla di Nancy, che non si sente protagonista neanche della propria vita e di Thomas, cresciuto a pane e fumetti con il sogno di passare da secchione a eroe. Subito accanto a loro troviamo Charlotte, un po’ puttana e un po’ bambina, che affoga le sue insicurezze nell’alcol, e Judith, abbandonata a se stessa nel vortice dei disordini alimentari e dell’autolesionismo. Poi c’è Evan, a prima vista il giullare della situazione, che ha perso i genitori da piccolo e si sente in dovere di proteggere la sorella Anna dal mondo. C’è Johnny, il suo migliore amico, figlio di genitori assenti ed episodi di bullismo che l’hanno lasciato incapace di affrontare il mondo. Dietro tutti loro si nasconde Adam, arrampicatore sociale per cui ogni cosa può trasformarsi in un mezzo per raggiungere un fine. Il lettore assiste alle vicende attraverso gli occhi di ciascun personaggio, che si racconta apertamente in un susseguirsi di salti temporali e versi di canzoni. La trama si manifesta come un puzzle: un pezzo alla volta, non necessariamente in ordine, ma con la possibilità, alla fine, di avere del tutto una visione d’insieme.

 

Oggi, con tre semplici ma fondamentali domande, parleremo del lavoro svolto con la casa editrice Biblioteka Edizioni.


  1. Nell’oceano dell’editoria, esistono moltissime case editrici, grossi squali e piccoli pesciolini, e non sempre è facile scegliere, soprattutto per un giovane scrittore. Cosa ti ha spinto e/o portato a scegliere la Bibliotheka Edizioni?

    Diciamo che è stata più che altro la Bibliotheka Edizioni a scegliere me. Ho conosciuto la casa editrice sul forum di Writer’s Dream, così come molte altre. Ho selezionato quelle che mi sembravano più adatte alla pubblicazione del mio libro e a loro ho inviato il manoscritto – basandomi sulle loro pubblicazioni precedenti, sulle loro collane, ecc. La cosa che subito mi è saltata all’occhio, della Bibliotheka, è il sistema in cui sono divise le sue collane di narrativa. Abbiamo la collana Estate, la collana Primavera, la collana Inverno e la collana Autunno. Ebbene, è stata la collana Autunno, che ho puntato per prima: a parte il fatto che amo l’Autunno, è proprio la collana che tratta le storie drammatiche, ed è questo il vero genere di “Plettri e Sigarette”. Non è un romantico, anche se ci sono storie d’amore, e non è un comico, anche se i miei personaggi hanno una malsana abitudine di fare battutacce della più bassa lega. È un drammatico, perché penso che i veri drammi contengano un po’ tutte le cose che fanno parte della vita, dalle belle alle brutte, ed è proprio per via delle cose belle che quelle brutte hanno così tanto impatto. La Bibliotheka Edizioni, tra le varie case che ho contattato, è stata la prima a credere in me. Questo non lo dimenticherò tanto presto.

  2. Se tutti gli autori devono essere editor di se stessi, è anche vero che quattro occhi sono meglio di due e un parere esterno è sicuramente un aiuto indispensabile per scovare quei piccoli errori “rimasti nascosti” e/o “aggiustare le frasi”, limare, tagliare, aggiungere, rifinire – un vero e proprio lavoro di sartoria!
    Come si è svolta la fase di editing (correzione bozza, scelta del font, copertina…)?

    La fase di editing di “Plettri e Sigarette” è iniziata molto prima che il romanzo fosse scelto dalla Bibliotheka Edizioni, com’è giusto che sia. Il libro esiste dal 2012, e da allora è stato tagliuzzato e scartavetrato più volte. Sicuramente le correzioni più radicali sono avvenute nella prima parte del 2016, quando ho deciso per la prima volta di affidarmi all’aiuto di una piccola squadra di beta-reader. Insieme a loro sono riuscita a limarlo e a farlo splendere un pochino, dal casino che era prima, e da loro ho imparato moltissime lezioni che cerco ogni giorno di usare nella mia scrittura. Quando il libro è arrivato all’editor vero e proprio non era rimasto più molto da correggere, e una volta che l’editor ha apportato le sue piccole correzioni e mi ha mandato indietro il romanzo, io l’ho riletto un’ultima volta e ho apportato le ultime. Spero vivamente di non trovare niente di sbagliato, quando avrò in mano il libro stampato, perché penso che dopo tutte le volte che l’ho letto, imparandolo praticamente a memoria, potrei scoppiare in un pianto inconsolabile che mi porterebbe a prosciugarmi fino alla morte.
    Per quanto riguarda la copertina mi hanno lasciata molto libera. Fin da subito mi hanno detto che avrei potuto proporgli qualcosa, altrimenti ci avrebbe pensato il loro grafico. Ovvio che avendo io un fidanzato che come illustratore è un MOSTRO – vi consiglio di visitare la sua pagina Facebook QUI, lavora su commissione e fa prezzi molto abbordabili – ho deciso di lasciare il compito a lui, e secondo me ha fatto un lavorone, perfettamente in tinta con il libro.

  3. Credo che la promozione di un libro sia la fase più delicata: se si eccede si rischia di essere troppo “commerciali”; se invece questa fase è scarsa o assente, ahinoi, il libro conoscerà pochissimi lettori.
    Nel tuo caso, quale strategia promozionale è stata usata per Plettri e Sigarette”?

    Gran parte della promozione del libro, per ora, è stata proprio questo Blog Tour! È un’usanza di cui ho imparato quando ho aperto il mio blog, nel “lontano” aprile 2016. Anche il mio stesso blog è stato un po’ un metodo per farmi notare, per così dire. Sapevo che se avessi voluto anche solo sperare in un pubblico avrei dovuto fare in modo di avere una voce, di ritagliarmi un posticino nel web, e più o meno ci sono riuscita. Ancora non ho superato il centinaio di seguaci, per carità, ma nel corso degli ultimi mesi ho conosciuto tantissime persone disponibili, nella blogosfera, che non avrei mai conosciuto altrimenti. Un’altra parte fondamentale della promozione è stato il mio profilo Twitter: con quel social network ho scoperto il mondo!
    Dopo l’uscita del libro mi impegnerò certamente, con l’aiuto della Bibliotheka, a organizzare qualche presentazione, così da portare il libro anche nelle vere e proprie librerie. La cosa mi agita un po’: sono sempre stata una schifezza a parlare con la gente.

Lascio a Mariam un piccolo “regalo”: un plettro. plettri e sigarette blogtour controletture
Non ricordo come, dove e quando ne sono venuta in possesso: l’ho trovato per caso prendendo una matita dal portapenne per scrivere le domande a Mariam. 😀
Lo userò come segnalibro quando leggerò il suo “Plettri e sigarette”!
Qui di seguito vi lascio l’elenco delle altre tappe:
Annunci

2 pensieri su “Blogtour “Plettri e sigarette”: il lavoro svolto con la casa editrice

  1. Tre domande molto dirette e tre risposte concise e sincere. Come ho notato dall’intervista (e anche dal post sui personaggi), Mariam è una donna molto profonda e penso che questa profondità si trovi nel suo libro. Proprio per questo, quando ho scoperto tramite il suo blog l’annuncio della pubblicazione del libro, mi sono fiondata a partecipare al giveaway. Sono sicurissima che se vincessi il libro sarei felicissima, ma nel caso contrario, lo acquisterò sicuramente, perché penso che sarà – molto a pelle – uno dei libri migliori che leggerò nel 2017.
    (La mia email: themystery4326@gmail.com)

    In bocca al lupo Mariam!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...